Dedicarsi tempo

Ago 4, 2022 | Prendersi il tempo

Prendersi il tempo da dedicare a se stessi è decidere di fermarsi, ascoltarsi, rilassarsi, ridere, osservare la bellezza intorno, camminare o correre nella natura, incontrare gli amici o prendersi un tempo di solitudine, fare cose che si amano e che danno un senso alla nostra vita …

Oggi in particolare, nella nostra quotidianità convulsa e spesso disordinata, è importante fermarsi regolarmente per dar modo ai sistemi del nostro corpo/mente, altrimenti sottoposti agli effetti negativi dello stress cronico, di funzionare nel modo meraviglioso per cui si sono evoluti.

Lo stress, che è una reazione fisiologica normale del nostro organismo, può diventare negativo quando gli stimoli stressanti sono troppi o troppo intensi, troppo protratti nel tempo e accumulati, soprattutto quando li viviamo con un senso di minaccia, con ansia, collera, depressione, frustrazione o senso di impotenza …

Quando non riusciamo a bilanciare efficacemente l’attività o il pensiero stressante con il rilassamento la nostra salute ne può risentire e possiamo perdere il contatto con noi stessi, i nostri sentimenti e la nostra natura più profonda.

Hans Selye, uno dei maggiori studiosi della reazione di stress, suggeriva di “vivere in armonia con le leggi della natura, stabilendo il giusto ritmo di marcia.”

Creare uno spazio/tempo di quiete è necessario per dare equilibrio, energia e ispirazione alla nostra vita, in modo naturale.

Prenditi un momento di PAUSA. La vita non è una corsa. Sei qui per gioire dell’esperienza. Sei qui per fare della tua esistenza un cammino di gioia, profonda, inesauribile. Poniti in questa aspettativa e ascoltati. Vai vicino alla natura e ascoltati, ascolta il tuo Cuore. Prenditi questo tempo. Te lo prendi proprio per DARTI gioia, non per DOVER FARE qualcos’altro. Nel silenzio, ascolta la tua Natura e dalle un posto nella tua giornata.

Non hai bisogno di organizzare la tua vita al millimetro. Lascia dello spazio, tra te e te. Metti un fiore nelle tue pause, annusalo, toccalo, lascia che il cielo e l’infinito entrino, in te, nella tua vita. Diventa ampio, come una barca in mezzo a un oceano. Metti spazio, SPAZIO, nelle tue giornate, e sii come il sole, come l’aria e il vento, o un fresco spruzzo di pioggia sul viso.

Per sorprenderti, e ridere nella tua vita, devi lasciare SPAZIO.

Fermarti non è rimanere immobile come un palo sulla strada, è non farti trascinare dai tuoi pensieri come un aquilone dal vento, è creare SPAZIO dentro di te, diventare VUOTO perché la vita possa entrare, profonda, profumata.

Ogni tanto fermati, e annusa un fiore, senza pensare.

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia nel 1979 ho incominciato ad approfondire la relazione tra la mente e il corpo sia attraverso la medicina psicosomatica che il mondo  della medicina non convenzionale. Un pensiero che riconosco portante negli anni è stato muoversi verso quelle che ho sentito le radici della vita, alla riscoperta del potere insito nella nostra natura, creatrice di per sé di salute e di senso dell’esistenza. Non focalizzarsi sulla “malattia” ma sulla Vita è determinante.  La “guarigione” può essere un processo creativo ed espansivo di conoscenza di sé e del mondo, un percorso sacro alla scoperta dell’armonia, della bellezza e del proprio posto nel mondo. Mi è piaciuto molto insegnare questo modo di vedere con i suoi aspetti scientifici nei corsi di massaggio di riflessologia plantare antistress e sulla felicità. Cessata per motivi familiari l’attività di medico nel dicembre 2020, continuo a fare ciò che amo: esplorare, conoscere e contribuire in diversi modi alla vita del nostro pianeta.

Tiziana Mazzotta

Contattami

Privacy:

5 + 13 =